Gli antiossidanti

DOMANDA: Ho sentito dire che gli antiossidanti ci proteggono dalle malattie.E' vero?

RISPOSTA: Molte sostanze contenute nei cibi possono aiutare le difese del corpo ad evitare le conseguenze nocive prodotte dall’ossidazione: essa avviene naturalmente nel corpo umano quando molecole di ossigeno con “ radicali liberi “ incompleti catturano uno ione di idrogeno di una molecola vicina, che a sua volta ne cattura un altro di un’altra struttura, dando inizio ad una reazione a catena che potrebbe danneggiare i tessuti. Se non ci sono antiossidanti sufficienti a evitare o bloccare la reazione a catena, i radicali liberi possono moltiplicarsi, affaticando il sistema immunitario. I radicali liberi presenti nel fumo e nell’inquinamento lo affaticano ulteriormente. Si è notato spesso che chi mangia più alimenti ricchi di antiossidanti corre meno rischi di malattie cardiache, ictus, cataratta ed alcuni tumori. Gli antiossidanti più importanti contenuti nel cibo, in grado di aiutare il nostro sistema immunitario sono la vitamina E e C e il carotene. Molti flavonoidi hanno proprietà antiossidanti, benché non si sia certi della loro utilità. In studi recenti condotti su vasta scala, il beta-carotene e la vitamina C, somministrati sotto forma di integratori, non hanno mostrato effetti protettivi (benché in altri studi gli integratori di vitamina E li abbiano mostrati.) Comunque è evidente che è preferibile assumere gli antiossidanti contenuti nei cibi, non negli integratori. La carenza di selenio, zinco o rame riduce le difese antiossidanti, mentre il ferro in eccesso può incoraggiare l’ossidazione. Gli antiossidanti sono presenti soprattutto in frutta e verdura rossa e arancione: contengono beta carotene, vitamina C e E.