II fabbisogno giornaliero calorico

II fabbisogno giornaliero calorico è la quantità di calorie che servono ad una persona per affrontare gli impegni quotidiani e per sostenere il metabolismo basale; la spesa di energia è una somma di ciò che si consuma per il metabolismo basale e di quanto si usa per il movimento dei muscoli.

Colui che si dedichi ad un'attività che non richieda un coinvolgimento fisico spenderà una quantità di energia del 30% superiore rispetto a quanto serve per il metabolismo basale, mentre chi affronta una fatica spenderà fino al 50% di calorie in più, sempre rapportate a ciò che serve per il metabolismo basale. Se si considera un lavoro moderato si può parlare di 2400 - 3000 kilocalorie al giorno là dove si parli di un uomo adulto, come quantità raccomandata, e di 1700 - 2500 kilocalorie se riferite a una donna adulta. In realtà mediamente un italiano assume ogni giorno 3000 kilocalorie e ciò ha portato negli ultimi 40 anni ad un incremento dei casi di obesità, di diabete e di malattie cardiache.

La dieta mediterranea è sicuramente un buono strumento per combattere le malattie degenerative e croniche che caratterizzano le ricche società occidentali. Basata soprattutto sulla pasta, sul pane, sulla verdura, il pesce, la frutta e l'olio di oliva, essa permette di potersi basare su un ottimo valore nutritivo e su un buon apporto di vitamine, fibre e sali minerali mantenendo un contenuto minimo di zuccheri semplici, grassi saturi e colesterolo.

Nei territori che si affacciano sul Mediterraneo è minore, se rapportato alla percentuale riscontrata nei Paesi Nordici, al numero di coloro che si ammalano di colon irritabile, tumori dell'apparato digerente, diabete, ipertensione e cardiopatia.