I carboidrati.

Gli alimenti ricchi di amidi, come la pasta, il riso, e altri cereali, sono la nostra principale fonte di energia. Gli amilacei costituiscono la dieta base nel mondo intero, tuttavia alcuni ritengono che siano meno importanti delle proteine.

Gran parte degli esperti ritiene che, per essere in buona salute, metà delle calorie assunte giornalmente deve essere costituita da amilacei. Si tratta di alimenti molto apprezzati ma tuttavia negli ultimi 50 anni la quantità di amidi consumata in occidente è diminuita. Le comunità che consumano pochi amilacei, di solito, registrano un tasso maggiore di malattie cardiache, ictus, obesità, varie forme di tumore, diabete, calcoli biliari e problemi intestinali rispetto alle comunità che ne consumano in maggior quantità.I carboidrati sono la nostra principale forma di energia.

Le forme più semplici sono gli zuccheri, per esempio il glucosio e il fruttosio, che insieme danno il saccarosio, il normale zucchero. gli zuccheri assunti tramite alimenti naturali come frutta e verdura non sono in quantità eccessiva perché sono diluiti con acqua e fibre. Le sostanze costituite da diversi tipi di zuccheri sono dette carboidrati complessi.Tra questi il più comune è l'amido, che si trova soprattutto nel pane, nella pasta e nei cereali.

Gli amidi perdono i loro benefici se combinati con i grassi e gli zuccheri. Per esempio mangiare cereali con un po' di zucchero a colazione fa bene, ma l'alto contenuto di zuccheri e di grassi presenti nelle torte e nei biscotti riduce il valore degli amidi e delle fibre in essi contenute. Il vantaggio principale degli amilacei è che contengono meno grassi di altri alimenti e che vi danno un maggior senso di sazietà a parità di calorie con cibi ricchi di grassi. Per esempio 55 gr di riso ha 200 calorie, fornite invece da soli 40 gr di salame. Gli alimenti ricchi di amidi soddisfano l'appetito senza far assumere troppe calorie.Mangiando meno grassi e più amidi è possibile controllare il proprio peso forma.