Le quantità dei cibi

In linea generale, quando si parla di alimentazione, si può considerare il cibo come divisibile in 5 gruppi, che sono i seguenti: gli amilacei: sono la pasta, il pane, i cereali, le patate, il riso, l'orzo, l'avena, il grano saraceno, il mais e il miglio. Sono ricchi di amidi ed è consigliabile consumare i tipi poco raffinati o non raffinati del tutto, che procurano al corpo fibre, preferendo quelli ai quali non siano stati aggiunti zuccheri ; grassi.

Seguono poi i cibi ad alto contenuto di grassi e zuccheri che devono essere consumati sporadicamente, e tra essi si annoverano i dolci, i biscotti, l'olio per :cuocere, la margarina, il burro, i formaggi grassi. Anche se apportano una grossa quantità di calorie, sono alimenti poco nutrienti e se si riesce a mangiare poco di questi cibi, si è poi in grado di consumare frutta, verdura e alimenti ricchi di amido in quantità maggiore, e questo è un bene.

Il terzo gruppo è quello dei latticini: bisogna farne un uso moderato, e acquistare i prodotti più magri, come il latte parzialmente o totalmente scremato, lo yogurt magro e lo yogurt greco, i formaggi freschi magri, la panna acida e la ricotta; là dove si valutino i formaggi magri, ci si rende conto del fatto che il contenuto in grassi varia molto da un tipo all'altro; lo yogurt contiene 1'1-2% di grassi; la panna può essere sostituita con prodotti più sani, come la panna acida e lo yogurt greco. Dopo i latticini seguono il pesce, la carne e gli alimenti ricchi di proteine: in ogni famiglia si dovrebbe programmare un consumo di pesce due volte alla settimana, almeno, e una di queste due volte dovrebbe essere "dedicata" al pesce grasso. Ogni giorno andrebbero consumati 35 grammi di legumi e noci o nocciole; in questo gruppo di alimenti trovano posto anche le uova, i frutti di mare, il pollame, i semi, la frutta secca in generale; nella nostra dieta i cibi di questa categoria dovrebbero essere ridotti, a favore di un'alimentazione più ricca di fibre, verdura e frutta. Infine la verdura e la frutta.

Va bene mangiare frutta e verdura di ogni tipo e in grandi quantità, tenendo presente il fatto che sono apportatori di particolare beneficio i frutti arancioni, rossi e gialli, e le verdure a foglie verdi; si pensi che più di un testo che tratti di alimentazione consiglia di mangiare verdura e frutta almeno 5 volte al giorni in una quantità totale pari a circa 40 grammi, non considerando tuttavia le patate, che sono annoverate tra i cibi ricci di amidi; la frutta secca o disidratata, succhi di frutta e di verdura e la frutta e verdura in scatola possono sostituire prodotto fresco, l'importante è che il corpo riceva quotidianamente questi alimenti Una lancia va spezzata a favore degli amidi che hanno in sé una quantità di grassi inferiore rispetto ad altri alimenti, e, a pari di calorie, paragonati a cibi ricchi di grassi portano ad un senso di sazietà maggior Per fornire 200 calorie sono sufficienti 40 grammi, di salame, mentre ci vogliono 60 grammi di riso: una porzione di riso riempie molto di più dei 40 grammi di salame. Consumare meno grassi e zuccheri e più amidi può servire a tenere il peso sotto controllo.