Le proprietà della mandorla e della nocciola

La mandorla può essere considerato un cibo completo, è lievemente meno grasso della noce e della nocciola, ma possiede maggiori proprietà stimolanti e curative.  Molti autori che si occupano di alimentazione naturale consigliano di non mangiare più di venti mandorle al giorno, e questo è un dato importante perché, considerando il fatto che si tratta di un frutto piccolo, si può essere indotti a consumarne un gran numero. 

La mandorla è considerata un energetico e un antisettico, utile nelle condizioni infiammatorie intestinali renali, genito-urinarie e polmonari.  Contiene l'emulsina, un enzima che favorisce la,digestione dei cereali e dei cibi ricchi di amidi.  Contiene buone quantità di vitamina A, ferro e calcio.  Il 55% di questo frutto è costituito da grassi, il 20% da zuccheri e amidi e il 20% da proteine, La mandorla entra nella preparazione del musli, colazione a base di cereali misti.  Sbucciando e pestando le mandorle si ottiene un latte molto saporito, dissetante, energetico e rinfrescante. 

La nocciola è il frutto più grasso, infatti arriva a contenere il 66% di grassi, circa il 15% di zuccheri e amidi e il 15% di proteine. 9 comunque un frutto digeribile e leggero, adatto ai bambini.  Ha un leggero effetto lassativo, e, per sfruttare tale proprietà, può essere dato alla dose di due-tre frutti, dopo i pasti, ai bambini sofferenti di stitichezza.  Nella medicina naturale la nocciola è considerata da molti un frutto fortificante, utile agli anziani, alle donne in gravidanza, ai magri, agli adolescenti, agli astemici, agli sportivi.