Le cure contro i pidocchi

Ci siamo resi conto tutti dei fatto che, negli ultimi anni, sono aumentati i casi di intestazione da pidocchi, e secondo chi si occupa di medicina naturale non è la sporcizia, come si potrebbe credere, ma l'eccesso di igiene, la causa fondamentale. Il diminuire delle difese immunitarie, e l'uso di prodotti per la pulizia più potenti, hanno portato allo sviluppo di generazioni deboli, protette. da una cute povera, in termini di difese naturali.

I nostri corpi, ben riscaldati bene ingrassati, bene raffreddati, iperprotetti attraverso rialzi o abbassamenti dei livelli di temperatura ed attraverso ogni sorta di prodotto, perdono via via la capacità di difendersi, e così c'è chi si ammala spesso di laringite, che sviluppa allergie , e chi cade vittima dei pidocchi. La medicina naturale considera questa intestazione come un segno di indebolimento, e, di conseguenza, oltre a consigliare una minore stressante esagerata nei confronti del mondo esterno, indica l'utilità di terapie che rinforzano l'individuo, basate su, OLIGOELEMENTI, come lo ZINCO, nella misura di una fiala al mattino, tutti i giorni, per tre mesi.

Anche la VITAMINA C è indicata, e la forma migliore sembra. essere lo sciroppo di OLIVELLO SPINOSO o di ACEROLA un cucchiaino al giorno per tre mesi. L'IMPACCO DI ACETO è il rimedio naturale, là dove i pidocchi ci siano già, perchè stacca le uova dai capelli. Si fa così: si pettina la testa con un pettine fitto (che poi andrà lavato con l'aceto) e si tiene sul capo un asciugamano intrinso abbondantemente di acqua e aceto: dieci parti di acqua e due parti di aceto. Poi si fa uno shampoo normale. Un trattamento uguale può essere attuato con un decotto di TIMO. Si prepara facendo bollire un etto di pianta secca per 15 minuti in un litro di acqua. Anche gli olii essenziali possono essere utilizzati: si consigliano quelli di menta, salvia, e origano