Viene presentato un caso clinico che si configura come l’inserimento di quattro impianti a livello del quadrante inferiore sinistro, edentulo, in una donna di 40 anni.

Nel corso dell’intervento sono stati inseriti quattro impianti in titanio (fig. 1 e 2) della lunghezza di 18 millimetri e del diametro di 1,5 millimetri. La foto 1 mostra come a livello della zona di intervento siano stati indicati con il pennarello indelebile i quattro punti in cui inserire gli elementi di impianto, che in seguito sono stati posizionati cercando il parallelismo tra essi stessi.

Dopo l’inserzione dei quattro elementi di impianto, per ottenere un buon consolidamento dei medesimi, è stata introdotta, ai lati della zona interessata, idrossilapatite pura, biocompatibile, biostabile, in microgranuli sferici, indicata per l’accrescimento delle creste alveolari atrofiche, nell’integrazione di impianti e nel supporto della rigenerazione guidata dei tessuti. La porosità media è di 400 micron (fig. 3). In seguito è stata applicata una membrana essiccata di collagene nativo (tipo I e III) di origine suina, totalmente riassorbibile (lo spessore di 1 mm. è quello ideale), che bagnata col sangue sfrutta al meglio la sua potenzialità nel correggere il difetto osseo (fig. 4).

Le figure 5, 6 e 7 mostrano la fase finale dell’intervento. Il protocollo di applicazione ha previsto l’integrazione degli impianti con idrossilapatite pura compattata sulla cresta ossea attorno agli impianti e l’avvicinamento della membrana al sito chirurgico per essere poi adattata ad imbibimento di sangue avvenuto. La sutura usata è Vicryl Rapid J e J calibro 4/0 (1,5). Il caso clinico presentato ha ottenuto un buon risultato.

Dopo 5 mesi dall’intervento è stato approntato un ponte di quattro corone in lega aurea e ceramica. Il metodo è semplice e sicuro, e i biomateriali assicurano una maggiore stabilità alle strutture di impianto.

Nel corso dell’intervento stesso, l’autore ha utilizzato una membrana di collagene nativo di origine suina e idrossilapatite pura in microgranuli sferici.

foto 1

foto 2

 

foto 3

foto 4

 

foto 5

 

foto 6