Curare il raffreddore

Nei confronti del raffreddore, un, vecchio rimedio conosciuto e utilizzato, soprattutto dalle popolazioni alpine, è il VIN BRULE',cioè il vino bruciato che contiene spezie in grado di avere effetti curativi nei confronti dei raffreddore e della debolezza che esso procura, grazie ai principi attivi e alle proprietà disinfettanti. Le spezie utilizzate sono la radice di zenzero (10g.), i semi di cardamonio spezzettati (10g.), la polvere di noce moscata (20g.), la corteccia di cannella preparata per tisana (25g.) e i chiodi di garofano (35g).

 Esistono anche miscele per vin brulè già pronte per I'uso.. Comunque, queste spezie vanno unite per preparare una tisana, e la tisana si ottiene unendo al vino un cucchiaino di spezie per ogni tazza di vino.  Si aggiungono, al tutto, mezza foglia di alloro secco e una scorza di arancia o di limone .

Per preparare la tisana si fanno bollire le spezie con una tazza di vino rosso forte: non appena bolle, si toglie dal fuoco e si incendiano, usando un fiammifero, i vapori carichi di alcool prodotti dal vino. Si aggiunge un cucchiaio di zucchero e si beve a piccoli sorsi. La bevanda deve essere molto calda. Tra i sorsi è utile respirare i vapori aromatici, che Iiberano il naso chiuso.  Il vin brulè deve essere bevuto poco prima di dormire, perchè al caldo, nel letto, va avanti l'azione delle spezie e del vino caldo, e tutto ciò provoca una leggera sudorazione e un senso di calore, effetti che costituiscono una cura naturale contro il raffreddore.