La sorditÓ

Come tutti sappiamo, la sorditÓ Ŕ l'assenza o l'avvenuta perdita dell'udito, e pu˛ essere acquisita o congenita. Si parla di sorditÓ di trasmissione quando Ŕ causata da danni dell'apparato di trasmissione, conseguenza a loro volta di condizioni infiammatorie come l'otite media o esterna, o di tumori, o di perforazione del timpano dovuta all'inserimento nell'apparato uditivo di un corpo estraneo, o ad un trauma che abbia comportato la frattura della base cranica o ad uno scoppio, o ad un tuffo in acqua da notevole altezza, o ad un incidente della strada.

Anche l'otosclerosi pu˛ essere una delle cause di questo tipo di sorditÓ, attraverso un processo che conduce alla fissazione della staffa. Si parla di sorditÓ di percezione lÓ dove sussistono lesioni a livello dell'orecchio intemo, o dei centri acustici e delle vie acustiche. Nell'etÓ senile questo tipo di sorditÓ pu˛ essere causato da processi di atrofia correlati all'etÓ, come pure i tumori del nervo acustico possono avere come conseguenza la sorditÓ di percezione. Ancora, traumi che coinvolgano la base cranica e il labirinto sono responsabili di questa forma di sorditÓ, e lo sono scoppi, come quelli che possono essere conseguenza di eventi bellici o dell'uso di petardi. Anche il matrimonio tra consanguinei seguito dalla nascita di un figlio pu˛ portare a generare un bambino sordo, come la lue (sifilide) congenita e la febbre influenzale possono essere causa di danni all'orecchio interno, alle vie e ai centri acustici. Le infiammazioni del labirinto di carattere tossico o infettivo possono portare ad una sorditÓ di percezione.

Questo secondo tipo di sorditÓ comprende la sorditÓ professionale, causata dal fatto di essere esposti nell'ambiente di lavoro a rumori persistenti superiori ad 80 decibel; in realtÓ, la medicina del lavoro si occupa da anni di questo tipo di problema, e propone soluzioni concrete che possono evitare o comunque ridurre di molto la sorditÓ professionale. Purtroppo, nei mezzi protettivi vengono sempre fomiti ai lavoratori dai datori di lavoro, ne chi lavora vicino a macchine che producono rumore ha sempre un atteggiamento protettivo e preventivo nei confronti della propria salute. A me Ŕ capitato di osservare situazioni in cui, all'interno di una fabbrica in cui era stata prescritta una tabella di lavoro che prevedeva una pausa con conseguente allontanamento dalla fonte di rumore ogni breve periodo di attivitÓ, in realtÓ la pausa stessa veniva trascorsa vicino alla macchina funzionante: probabilmente c'Ŕ una carenza a livello di informazione e di sensibilizzazione. Cosa dire poi della generazione di sordi da discoteca che sta crescendo? La sorditÓ professionale si accompagna a disturbi di carattere gastrointestinale e cardiocircolatorio. Infine, esiste la sorditÓ mista, provocata da danni che coinvolgono sia l'apparato di percezione che quello di trasmissione.