Il mare come cura

L’estate per la maggior parte delle persone è sinonimo di vacanza.  Per chi per molti,mesi all'anno vive in montagna, alcuni giorni trascorsi al mare possono significare anche una vera cura per il proprio corpo.  La "talassoterapia”, cioè l'utilizzazione del clima marina a scopo terapeutico, ha origini che risalgono addietro nel tempo.  Più di venticinque secoli orsono Euripide insegnava che "il mare guarisce le malattie. degli uomini". 

Il clima marino, contrariamente a quello che mo!ti pensano, se utilizzato bene, ha anche un'azione sedativa. Per effetti reattivi, dopo che si fa un bagna freddo si ha inizialmente una azione, cui segue una vasodilatazione quest'ultima  distende il circolo arterioso,.e di riflesso anche quello nervoso, il che determina una sorta di relax generale. E' ovvio che se non, si utilizza bene il mare, se ci si espone in spiaggia per lungo tempo, se si riceve l'ultravioletto per ore, allora il,mare può diventare un eccitante.  Il clima marino ha anche effetti stimolanti sulla formazione dei globuli rossi (l'ematopoiesi), ha un'azione tonica sul ritmo del cuore, sulla respirazione, sulla pressione sanguigná.  E' indicato anche per la cura di alcune infiammazioni croniche: dal rachitismo alle affezioni reumatiche, alle affezioni dell'apparato respiratorio, ed in alcune patologie dell'apparato genitale femminile.