L’uomo e l'ambiente

Esiste oggi una scuola di medicina che si occupa dell'ambiente, cioè dei rapporto tra lo stato di salute dell'essere umano e le condizioni dell'ambiente che lo circonda. 

Un esempio che testimonia la realtà di questa relazione sta nel fatto che il 75% delle morti è causato dall'ambiente e dagli stili di vita: su 50 milioni di decessi all'anno, nel mondo, 4 milioni riguardano bambini.  Bisogna quindi dare poso alle politiche di prevenzione, alle tecnologie che possano consentire uno sviluppo rispettoso dell'ambiente e in formare la popolazione sui rischi dell’inquinamento e sulle tecniche di prevenzione.

 E' vero che l'allungamento dei corso della vita va oltre i 65 anni, ma questo non coincide con una migliore qualità nel modo di vivere degli italiani.  L’esistenza dei nostri anziani è spesso caratterizzata da malattie croniche e sofferenze.  Perciò, il diritto alla salute è anche il diritto a vivere in un mondo sano.  Ogni anno muoiono in Italia circa 350.000 persone a causa del fumo di sigaretta.  In Africa il 2.000 vedrà un raddoppio dei casi di-cancro, a causa dell'acquisizione da parte del popolo africano dell'abitudine al fumo e a stili di vita occidentali e impropri. Il 90 % dei tumori è causato dagli stili di vita e dall'ambiente: questa è una percentuale molto significativa là dove si voglia riflettere sul rapporto di causa ed effetto tra il  modo di vivere ed modo di morire dell’uomo contemporaneo.