Le sostanze contenute nelle erbe medicinali

Alcune delle sostanze contenute nelle erbe medicinali sono usate come tali in medicina, mentre altre costituiscono la base per produrre derivati. Tra le sostanze naturali che si usano come tali e servono da modello per ottenere importanti tarmaci derivati, sono da ricordare la morfina, ottenuta dal papavero da oppio (Papaver somniferum), modello per alcuni forti analgesici, e la cocaina, che si ricava dalle foglie di coca, e che serve da modello per antidolorifici che abbiano effetto anestetico locale.

Tra le sostanze naturali usate come materia prima per sintetizzare derivati c' la solanina, ricavata dalle piante della famiglia delle solanacee (per esempio le patate e i pomodori): viene utilizzata per sintetizzare ormoni sessuali. Tra le sostanze naturali usate direttamente come tarmaci ci sono gli antibiotici, come la penicillina, prodotta da un fungo, e i valepotriatici, ottenuti dalla valeriana e dalle specie ad essa vicine, e utilizzati come sedativi e tranquillanti. Gli estratti di valeriana uniti a valepotriatici e ad oli essenziali formano gli estratti composti, usati come sedativi.