ATTUALITA' DENTALE

Un caso trattato con strumenti in Nickel-Titanio Maillefer-Profíle e con otturatori endodontici Thermafil

Viene descritto un caso clinico trattato endodonticamente con strumenti in Níkel-Titanio Profile e con otturatori, rivestiti di Gutta-Percha, Thermafíl. 1 risultati sono buoni: rapidità di esecuzione della procedura ed efficacia della fase di otturazione sono le principali caratteristiche positive. Soprattutto durante le prime fasi di conoscenza della tecnica e dopo 8- 1 0 passaggi in auto-o chemicia ve, lo strumento per la preparazione può rompersi.

In questo articolo viene descritto un caso clinico che I' autore ha affrontato con il sistema Maillefer Profile - Thermafil, che comprende uno strumentarlo endodontico in reca Nichel-Titanio, utile per pulire e preparare con facilità e rapidità i canali radicolari dei denti, e da una serie di supporti rivestiti di guttaperca, che riscaldati in un fornetto (Therma Prep Plus), fungono da otturatori endodontici. Lo strumentario Maillefer Profile 0.4 è molto flessibile, cosicchè, anche piegato al massimo, torna senza problemi nella posizione iniziale; possiede una memoria di forma, per cui torna alla propria forma originale anche dopo grosse sollecitazioni e permette di ottenere una conicità ideale nella preparazione del canale.. E’ montato ,su un motore a bassa velocità (da 150 a 350 r.p,m.). La conicità è al 4% ma esiste il nuovo Maillefer Profile 06 che ha una sensibilità superiore

METODISTRUMENTI

L' autore descrive un caso clinico. Attraverso questa descrizione è possibile mettere in evidenza le caratteristiche di questa tecnica . Secondo l'autore, gli aspetti positivi sono da individuare nella rapidità della preparazione dei canali radicolari e nella facilità con la quale gli otturatori endodontici prerivestiti di Gutta-Percha permettono di ottenere una chiusura tridimenSTRUMENTIsionale dei canali compresi quelli collaterali. L’ aspetto negativo sta nel fatto che dopo aver utilizzato gli strumenti 8-10 volte e averli sterilizzati in chemiclave, è probabile che siano sfibrati e si rompano, per cui si consiglia di segnalare con una serie di tacche sugli strumenti il numero delle occasioni di lavoro e parallelamente di passaggio in auto-o chemiclave Chi, in effetti, si trova agli inizi di una esperienza con questo strumentario corre il rischio di rotture intracanalari, anche perché la forza da esercitare deve essere leggera, inferiore a quella abitualmente applicata agli strumenti manuali. L’:ideale, per l'uso dello strumentario Profile, è un motore HigtTorque, che assicura una rotazione costante ad una velocità tra 150 e 350 r.p.m. Dopo aver ottenuto le radiografie pre-operative del canale,valutata la lunghezza di lavoro, si apre un accesso e si individuano i canali radicolari. La tecnica Crown-Down, che è consigliata, prevede che, con una velocità di circa 250 r.p.m. si inserisca prima lo strumento numero 25(rosso) arrivando ad una profondità di 1/2 o 1/3 della lunghezza del canale

VIDEORADIOQuando si incontra resistenza si ritira lo strumento. In seguito, allo stesso modo, si usano i numeri 30 (blu) e 20 (giallo). Non si va oltre i 3/4 della lunghezza canalare valutata. In seguito si determina la precisa lunghezza lavorativa: l'autore utilizza sia il localizzatore apicale che un sistema di video-radiografia o di radiografia. Si stabilisce la lunghezza di lavoro, osservando le tacche, si inserisce lo strumento numero 15 (bianco) e si percorre il tragitto con una pressione leggera, penetrando poi con strumenti di diametro più largo (giallo, rosso, blu, ecc.).Alla fine, dal forame coronario all'apice il canale avrà una conicità del 4%.E’ utile pulire e disinfettare con ripetute e copiose irrigazioni effettuate con una soluzione di ipoclorito al 2,5 %. L'otturazione prevede che prima si utilizzi un verificatore per determinare la misura precisa dell'otturatore endodontico, che di solito è uguale alla misura dell' ultimo strumento usato nella preparazione. Asciugando il canale con punte di carta sterile, è utile rivestire le pareti con una minima quantità di sigillante Topseal. Scelto un otturatore Maillefer in base al verificatone (gli otturatori sono a disposizione in una gamma di misura da ISO 020 a 140 ) si riscalda per 15 secondi sul fornetto Therma Prep Plus e 10 si inserisce premendo leggermente verso l'apice. Quest' ultima operazione dura dal 5 agli 8 secondi. Alla fine la parte in eccesso si elimina con fresa a palla.

Copy of 34.jpg (10205 byte)Copy of 35.jpg (14396 byte)

CASO CLINICO

L'autore descrive il caso clinico di un paziente di 44 anni, che giunge all'osservazione dicendo di accusare dolore e gonfiore a livello del primo premolare superiore destro. Le videoradiografle  mostrano la situazione osservata in occasione della prima visita. Si nota una terapia canalare n perfetta, si vede un'arca di rarefazione ossea periapicale . Aperto il dente, I' autore ha proceduto ricorrendo al sistema Profil La tecnica adottata è quella descritta In più, in questo caso, sono stati utilizzati Pasta lodoformica idrossido di calcio (Endo Idro Chiusi i canali con gli otturatori Thermafil si è congedato il paziente fissando un appuntamento dopo 7 giorni e avvertendo del fatto che avrebbe potuto accusare gonfiore e dolore: è stata prescritta una terapia domiciliare.

INTERVENTORADIOGRAFIE

Risultati

A distanza di 8 mesi il paziente sta bene. Dal punto di vista funzionale, il dente assolve ai propri doveri Questo caso non è di quelli che possono essere annoverati tra i più semplici o più sicuri, perché comunque il trattamento ha preso il via da una situazione di necrosi, tuttavia è molto probabile che la buona chiusura tridimensionale dei canali abbia gettato le basi della guarigione

Discussione

L:autore considera questo sistema, di preparazione e otturazione valido perchè rapido ed efficace. Senza esagerare, si può affermare che renda la procedura endodontica più rapida (questo sicuramente) più sicura ( questo si presume: è da verificare negli anni). Certamente la qualità della vita dell'operatore migliora.