Semplici rimedi per affrontare i crampi

Come si sa, il crampo è una contrazione dolorosa, intensa e che compare improvvisamente, di un muscolo o di un fascio di muscoli: ne sono vittima soprattutto i polpacci, i piedi e le cosce, anche se in realtà qualsiasi zona corporea può essere colpita, come il tronco, il collo e le braccia. Quando si configura il crampo, si osserva un cambiamento di forma della parte interessata, che assume anche una notevole durezza. I movimenti provocano una contrazione ancora maggiore del muscolo.

Tra le cause si possono annoverare alcune patologie delle strutture nervose o muscolari, le posizioni scomode, le vene varicose e i difetti di circolazione, gli sforzi fisici violenti o prolungati, la sudorazione, un aumento di temperatura, l’arteriosclerosi. Più o meno tutti abbiamo sperimentato i crampi e sappiamo che generalmente hanno una durata breve e tendono a scomparire da soli. Si può favorirne la soluzione applicando sulla parte un panno caldo o una borsa d’acqua calda, tentando di tirare con lentezza il muscolo interessato, massaggiando e stirando il muscolo in modo alternato sinchè non si ottiene il rilassamento. Chiaramente, là dove il crampo sia dovuto al fatto che ci sia un forte aumento di temperatura del corpo, la scelta migliore da fare è quella di fermarsi all’ombra, assumendo lentamente una bevanda fresca o ponendo un panno bagnato sul collo e sulla fronte. Solo in alcuni casi è necessario consultare un medico.

Se si pratica uno sport intensivo è bene adottare queste misure preventive: bere sufficientemente prima e durante l’attività. Vanno bene le bevande per gli sportivi oppure un preparato casalingo a base di acqua, zucchero e sale. È sempre utile cercare di mantenere un’alimentazione ricca di calcio e di potassio (frutta e verdura fresche, latte e formaggio). Prima di intraprendere un’attività sportiva fare del riscaldamento. I crampi notturni, soprattutto ai polpacci e ai piedi sono frequenti in gravidanza. Questo succede perché il feto esercita una pressione sui nervi e sui vasi sanguigni, che si diramano verso le gambe, e per i cambiamenti che avvengono nella composizione del sangue. Anche in questo caso si consiglia un’alimentazione ricca di latticini, frutta e verdura e la pratica di un moderato esercizio fisico per favorire la circolazione. Ideali sono il nuoto e le passeggiate